Pin
Send
Share
Send


tilde È un termine che può essere usato nel maschile (la tilde) o nel femminile (la tilde). Si tratta segno che viene utilizzato per indicare il file accentuazione di una parola o per differenziare Una lettera da un'altra.

Dobbiamo conoscere, oltre a quanto sopra, l'origine etimologica di questo termine e questo ci porta a stabilire che deriva dal latino. In particolare, deriva dal verbo "titulare", che può essere tradotto come "titolo put".

In genere, il termine si riferisce a accento ortografico quello nel nostro lingua , è posto sulle vocali secondo le regole di accentuazione. Pertanto, le vocali con tilde sono le seguenti: “á”, “é”, “í”, “ó” e “ú”.

un regola L'accentuazione indica che tutto parole esdrújulas (accentuato nell'ultima o ultima sillaba) porta tilde. Ecco perché questo segno deve essere incluso in termini come "Bussola", "Ippodromo" e "Perimetro".

il parole serie (Accentuato nella penultima sillaba) dovrebbe portare tilde quando non finiscono vocale , S o N : "Albero", "Sugar", "Marmo". La tilde, d'altra parte, appare sempre nel parole taglienti (accentuato nell'ultima sillaba) che termina in vocale , S o N : "Song", "Giocherai", "Divano". È importante notare che ci sono alcune circostanze speciali che modificano queste regole.

Quando la tilde non è inclusa in parole che deve avere un accento ortografico, viene commesso un errore di ortografia. Pertanto, se scriviamo "Brujula" invece di "Bussola"o "Arbol" invece di "Albero", commetteremo errori.

Gli studenti sono quelli che odiano di più le "tilde" perché devono imparare le regole di base dell'accentuazione per evitare di fare errori che i loro insegnanti prendono in considerazione più avanti negli esami. Pertanto, hanno bisogno di studiare molto in questo senso e anche di esercitarsi perché è il modo per impedire che un buon esame venga ridotto a un livello basso o addirittura sospeso a causa delle tilde.

Va notato che la tilde è anche chiamata il tratto che viene posizionato sulla lettera Ñ e nel Ç . In questi casi, le tilde servono a distinguere tra N e il Ñ e tra il C e il Ç .

Allo stesso modo, non possiamo dimenticare che il termine tilde è anche usato per riferirsi a ciò che è la dieresi, il segno di tipo diacritico che ha l'aspetto di due punti e che è posto, nel caso dello spagnolo, in cima al lettera "u" quando deve essere pronunciata nei casi che formano le sillabe "gue" o "gui". Esempi di questo tipo di tilde sono quelli usati in parole come "cicogna", "cicogna", "pinguino" o "ambiguità", tra molti altri.

Proprio la tilde è una delle principali differenze che il castigliano mantiene con altre lingue come, ad esempio, l'inglese. Ed è che nella lingua anglosassone in nessun momento viene usato qual è l'accento ortografico, la virgulilla dell'Eñe e la Cedilla o la Dieresi.

Pin
Send
Share
Send