Pin
Send
Share
Send


un ingresso è il spazio in cui entri da qualche parte o un edificio, e di solito è associato con i termini cancello e cancello. Per esempio: "Questo è l'ingresso della sala principale", “L'ingresso dell'hotel è circondato da un enorme giardino con palme e altri alberi”.

In un senso simile, input è il entrare in azione : "La diva ha fatto il suo ingresso trionfale con un vestito e un seguito di assistenti", “L'ingresso di attore sul palco non era contento: fece qualche passo, inciampò e colpì la testa con un tavolo ”.

Per quanto riguarda un periodo di tempo, la voce si riferisce a ciò che non è più nei suoi inizi sebbene non raggiunga la sua metà: "Il caldo più forte inizierà a sentire la primavera, "La prestazione ottimale della squadra sarà raggiunta dopo la competizione". In questo senso, può essere sinonimo di "raggiunto" o "arrivato", anche se indica che non solo è arrivato quel momento, ma la strada viene percorsa tra quel punto e la fine di un ciclo.

L'ingresso è anche il biglietto che consente di partecipare a un evento, che si tratti di una mostra, una competizione sportiva o simili: "Non ci sono biglietti per la partita tra Argentina e Brasile", "Il gruppo britannico ha esaurito tutti i biglietti in poche ore". È un pass che può avere o meno un valore economico, ma che è comunque necessario per accedere al spettacolo in questione

il primo piatto entro a cibo il angolo senza peli nella parte superiore della fronte e il flusso di cassa che entra in una casella Sono altri concetti che ricevono il nome della voce: "Come input vorrei un'insalata, per favore", "Mio padre ha sempre più biglietti: presto sarà calvo", "Abbiamo bisogno di più input per affrontare i pagamenti futuri".

Per quanto riguarda le voci di tipo capillare, si ritiene che siano rappresentative della futura calvizie; tuttavia, ciò non supera i limiti di un mito popolare, poiché è dimostrato a livello scientifico che le voci sono, in linea di principio, una caratteristica del nostro corpo, particolare in ogni persona come i capelli stessi, la consistenza della pelle, il colore degli occhi e la forma del naso. Ci sono persone che hanno voci pronunciate e che non perdono mai i capelli, mentre la calvizie attacca le persone che non le hanno mai avute.

Per il linguistica , una voce in un dizionario o in un'enciclopedia rappresenta la definizione o la traduzione di un termine. Inoltre, sebbene sia soggetto ai regionalismi e al gergo utilizzato, una voce può essere un elemento di un menu, soprattutto quando si tratta di contenuti digitali, come un'applicazione per computer.

Quando si esegue un brano musicale che coinvolge più di uno strumento, una delle quali può essere la voce umana, l'ingresso rappresenta il momento o l'azione di inizia a suonare o cantare. Nel caso della cosiddetta musica accademica, una classificazione che comprende le composizioni create fino all'inizio del secolo scorso e dal barocco in qualche modo discutibilmente, queste voci sono di solito molto ben indicate in una colonna sonora, in modo che non esiste la possibilità di alterarlo.

A seconda del tipo di lavoro musicale, l'ingresso di ogni strumento può essere più o meno evidente; Più facile è capire e strutturare la musica, più intuitiva sarà per i musicisti iniziare la loro musica esecuzione. A grandi linee, brani classici di compositori come Mozart e Rossini sono più amichevoli rispetto agli inizi del 1900 di autori come Aleksandr Skriabin o Béla Bartók.

Pin
Send
Share
Send