Voglio sapere tutto

Schizofrenia

Pin
Send
Share
Send


Il concetto di schizofrenia ha la sua origine in due termini greci: schizo ("Division" , "Split" ) e phrenos ("Mente" ). Chi soffre di questo disturbo presenta, in poche parole, una mente divisa in due: una porzione relativa alla realtà e un'altra che interagisce, in misura maggiore o minore, con un mondo immaginario.

Si ritiene spesso che le prime manifestazioni di questo malattia Si verificano all'inizio dell'adolescenza, ma diversi casi di bambini con schizofrenia sono emersi negli ultimi anni. La difficoltà della diagnosi nei giovani è che i sintomi sono spesso confusi con quelli del autismo o, in casi lievi, con una mancanza di adattamento scolastico.

Nel 2009, Oprah Winfrey, una nota conduttrice televisiva americana, ha pubblicato un documentario su una bambina di 7 anni, Jani Schofield, con un grado particolarmente grave di schizofrenia. Questa creatura ha assicurato vivere con dozzine di esseri , in particolare gli animali, che erano attivamente legati a lei, nonostante lo fossero invisibile ad altre persone . Ognuno di loro aveva un nome proprio e viveva in un luogo chiamato "Calalini", che era, nelle parole di Jani, nel limite Tra il suo mondo e quello reale. Come al solito, alcuni di questi esseri immaginari chiedevano alla ragazza di recitare violento , come ferire altre persone o rompere le cose.

Ma per rilevare la schizofrenia, non è necessario attendere che si manifestino atteggiamenti così caratteristici. Quando rivedi le riprese di quando Jani aveva solo mesi, per esempio, puoi vedere che la ragazza era solita fare guarda un punto in cui sembrava non esserci nulla . Inoltre, contrariamente a cosa normale In un neonato, ha dormito per periodi non più lunghi di 30 minuti e per un totale di non più di 4 ore al giorno, contro le 16 ore previste. Un altro fatto interessante è che all'età di 5 anni, ha iniziato improvvisamente a chiedere che fosse chiamata con un altro nome, assicurandosi che Jani non fosse corretta.

Gli schizofrenici tendono a rave, hanno problemi con comportamento ed emotivo e pensare illogicamente. Il contatto con persone che non soffrono di questa malattia è molto difficile, poiché l'influenza del mondo immaginario è molto forte e impossibile da ignorare. il allucinazioni , che suppongono una distorsione di ciò che viene percepito, può essere visivo o udibile e i pazienti di solito hanno conversazioni fluide e interagiscono con loro come se fossero davvero presenti . La paura di potenziali attacchi da parte dei membri della famiglia e la sensazione di un complotto contro la persona sono molto comuni e sono i personaggi di mente che li avvertono di questi pericoli.

È possibile distinguere vari tipi di schizofrenia, tra cui:

* schizofrenia paranoica: la più comune, caratterizzata da delusioni e allucinazioni uditive. Il sentimento di persecuzione è frequente, distorcendo situazioni irrilevanti per renderle beffe o atti di disprezzo da parte di persone vicine o sconosciute.

* schizofrenia disorganizzata: spesso le persone che non possono badare a se stesse, hanno comportamenti di regressione e comunicano in modo incoerente, perdendo facilmente il filo di una conversazione.

* schizofrenia catatonica: caratterizzata da disfunzioni motorie, pessime ore di sonno e iperattività. Gli atti di violenza sono frequenti, così come l'adozione di strane pose per lunghi periodi, in cui molte volte saltano i pasti e perdono il controllo della vescica e dell'intestino.

Sebbene le origini della schizofrenia non siano state ancora determinate, è stato riconosciuto che geni , condizionamento sociale, stress e alcune patologie che si sviluppano durante la fase di gravidanza hanno un impatto. Tuttavia, ci sono tante contraddizioni quante teorie ostacola sia la sua rilevazione sia la scelta appropriata dei trattamenti .

È importante notare che, sebbene la schizofrenia sia una condizione cronica , è assolutamente possibile migliorare la qualità della vita del paziente. il psicoterapia e l'offerta di alcuni farmaci Fanno parte delle raccomandazioni mediche per trattare i sintomi schizofrenici e raggiungere il più alto grado possibile di integrazione sociale. È essenziale mantenere queste persone collegate alla realtà attraverso stimoli costanti, il che è molto difficile, data la natura assorbente del mondo immaginario e i suoi personaggi manipolatori.

Video: "Siamo noi" - Intervista a Michele Grieco, padre di un ragazzo schizofrenico (Marzo 2021).

Pin
Send
Share
Send