Pin
Send
Share
Send


Scoprire l'origine etimologica del termine presenza significa dover partire, simbolicamente parlando, fino al latino. Ed è derivato dalla parola "presentia", che significa "qualità di essere davanti" ed è composto da tre parti distinte:
• Il prefisso "pre-", che può essere tradotto come "prima".
• Il verbo "esse", che è sinonimo di "essere".
• Il suffisso “-ia”, utilizzato per indicare “qualità”.

presenza È un termine che ha come significato riferimento più frequente al condizione di qualcuno o qualcosa che si trova in un determinato luogo .

Per esempio: "Se la mia presenza in questa stanza ti disturba, posso ritirarmi", "Spero che il Dr. Kauro ci onorerà della sua presenza alla prossima conferenza", "La presenza del giocatore sul campo di gioco è passata inosservata quando ha avuto pochissimi contatti con la palla".

La presenza, quindi, di solito menziona il assistenza fisica di a persona ad un evento o ad uno spazio. Il concetto, tuttavia, può anche essere usato simbolicamente per nominare il sentimento che qualcuno assente si trova, in qualche modo, in un posto: "Il nonno è morto dieci anni fa, ma sento ancora la sua presenza in casa", "Sono sicuro che Paul McCartney, alcune sere, deve sentire la presenza di Lennon e Harrison sul palco.".

Allo stesso modo, non possiamo ignorare l'esistenza di espressioni che vengono frequentemente utilizzate in un ambito colloquiale. In particolare, uno di questi è la "presenza della mente", che viene utilizzata per registrare che una persona è calma e calma di fronte alle avversità o ad un evento fortunatamente inaspettato.

Certo, non dobbiamo dimenticare l '"atto di presenza". Questo è un termine usato per riferirsi a qualcuno che ha partecipato a un appuntamento specifico ma in cui è rimasto per un tempo molto breve. Un esempio di ciò potrebbe essere il seguente: "Juan è apparso al funerale del suo ex capo".

La nozione di presenza, d'altra parte, indica come aspetto di una persona o una cosa. il "Buona presenza" è associato con bellezza, eleganza, pulizia o presenza: "Adoro la presenza di Javier: indossa sempre un abito e usa il gel per capelli", “Il dipendente è richiesto per compiti amministrativi. Requisiti: competenze informatiche, conoscenza della lingua inglese e buona presenza ”, "La Torre Eiffel ha un'imponente presenza nel mezzo di Parigi".

D'altra parte, il concetto di buona presenza è soggettivo, dal momento che risponde a una serie di convenzioni e, perché no, capricci di ogni persona o corpo che richiede o assicura avvertire gli altri. In generale, sia nelle culture occidentali che orientali, indossa un abito, indossa una cravatta, indossa capelli corti (per gli uomini) o ben scelti (per le donne), oltre a rispettare l'igiene personale e mostrare una certa postura e Il modo di parlare e rivolgersi agli altri è sinonimo di buona presenza.

In poche parole, tranne per il modo in cui ti esprimi, la maggior parte dei aspetti Sono presi in considerazione per giudicare la presenza di una persona superficiale. Si potrebbe dire, quindi, che una madre che ha annegato i suoi figli nella vasca da bagno per non aver sopportato le loro grida ma che frequenta il tribunale vestita con un abito e con i capelli raccolti ha una buona presenza, mentre un giovane che si sta manifestando contro di maltrattamenti di animali in pantaloncini e con una camicia traforata, tuttavia, è sinonimo di cattiva presenza.

Sebbene sia un esempio estremista, serve a enfatizzare gli aspetti arbitrari e superficiali dell'idea di buona presenza, che si affaccia sul lineamenti i fondamenti di una persona e l'etichetta basandosi semplicemente su ciò che uno specchio o una macchina fotografica potrebbe percepire da esso. Oltre a quanto assurdo e pericoloso possa essere fidarsi di un assassino solo perché hai visto bene e diffidare di un'anima caritatevole per non sfoggiare abiti firmati, dare così tanta importanza alla buona presenza può avere altre conseguenze.

Attualmente ce ne sono molti organizzazioni combattere la discriminazione, ma è ancora comune per un insegnante disprezzare uno studente se ha i capelli colorati non convenzionaleo se indossi piercing o indumenti considerati fuori dall'ordinario, nonché aziende che rifiutano le domande di lavoro a persone la cui presenza non sembra soddisfacente, indipendentemente dalle loro capacità ed esperienza.

Dobbiamo anche sottolineare che "Presenza" è il titolo di una rivista digitale di assistenza infermieristica per la salute mentale, che viene pubblicata semestralmente e che mira a rivolgersi da diverse aree quale sarebbe la cura delle persone che hanno problemi o malattie mentali.

In Spagna, viene pubblicata la pubblicazione in cui vengono raccolte sia le raccomandazioni per gli infermieri o i parenti dei suddetti pazienti sia le ultime notizie riguardanti i loro trattamenti.

"Presenza" Infine, è una pubblicazione creata in 1965 che è pubblicato in catalano e fa parte di diversi giornali distribuiti in Spagna .

Video: Come praticare la Presenza nel quotidiano - Pier Giorgio Caselli (Marzo 2021).

Pin
Send
Share
Send